Stampa
Martedì 16 Gennaio 2018 13:13

Farmacisti, dentisti e fisioterapisti in Europa

 

Il dossier di Eurostat Italia al quarto posto nell'Ue per numero di farmacisti per 100mila abitanti: ne ha 115. Con 78 dentisti per 100mila abitanti e 98 fisioterapisti invece, l'Italia è a metà classifica nell'Ue.

Nel 2015 nell’Ue c’erano circa 300mila medici dentisti attivi in 24 degli Stati membri (nessun dato recente per Irlanda, Grecia, Spagna o Portogallo), oltre 434mila farmacisti in 25 Stati membri (nessun dato recente per Bulgaria, Irlanda o Lituania) e 553mila fisioterapisti nei 28 paesi Ue. In tutto 1,3 milioni di professionisti attivi, sempre al di sotto tuttavia del numero totale di medici attivi (1,8 milioni). La fotografia l'ha scattata Eurostat che ha appena pubblicato un dossier sulla presenza nella UE delle tre professioni sanitraie.

Nel 2015 la distribuzione relativa dei fisioterapisti nei singoli Stati membri era diversificata rispetto a quella dei dentisti o dei farmacisti, e varia da 270 ogni 100.000 abitanti nella Finlandia scarsamente popolata (dati 2014) fino a 6 ogni 100.000 abitanti in Romania.
Tra il 2010 e il 2015, il Portogallo, il Regno Unito e i Paesi Bassi sono stati gli unici Stati membri dell'Ue a registrare una riduzione del numero di fisioterapisti per 100.000 abitanti. La contrazione maggiore si è registrata nei Paesi Bassi in cui il numero di fisioterapisti praticanti è diminuito di 14 per 100.000 abitanti.
Sia la Lettonia che la Romania hanno registrato un numero relativamente basso di fisioterapisti ogni 100.000 abitanti nel 2015, sebbene in entrambi gli Stati l'accessibilità sia quasi raddoppiata tra il 2010 e il 2015. C'è stata un'espansione ancora più rapida nel numero di fisioterapisti a Cipro.
Per contro, il numero di fisioterapisti per 100.000 abitanti era già relativamente alto nel 2010, ma è cresciuto a un ritmo relativamente rapido tra il 2010 e il 2015 in Germania e Lussemburgo.
(articolo completo su Quotidiano Sanità)