Moreover, you can buy Viagra from online pharmacies with the click of a mouse in the privacy of your home. buy generic viagra online According to health experts, psychological factors such as stress, anxiety, guilt, depression, low self-esteem, and fear of sexual failure cause up to 20% of cases. buy generic viagra online There are also many online orders for Viagra delivery around the world. In fact, if Viagra is something you want to buy, all you need to do is check the ‘bulk mail' folder of your email program chances are someone has been filling it with Viagra deals for a long time now. buy viagra 911 scams

 
Pubblicità

Donazione

Aiuta FisiOnLine a rimanere libero, gratuito e indipendente. Sostieni il progetto con una donazione libera!

Importo: 

Iscrizione per le Aree Riservate



Pubblicità


La moderna terapia ortesica plantare podolistica nell’ottica della Neurofisiologia del Piede e dei Flussi Propriocettivi Posturali PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 3
ScarsoOttimo 
Lunedì 01 Marzo 2010 01:06
Indice
La moderna terapia ortesica plantare podolistica nell’ottica della Neurofisiologia del Piede e dei Flussi Propriocettivi Posturali
Seconda parte
Tutte le pagine

La moderna terapia ortesica plantare podolistica nell’ottica della neurofisiologia del piede e dei flussi propriocettivi posturali

Luca Avagnina
Dottore in Podologia, Dottore Magistrale in Scienze della Riabilitazione
Libero professionista - Sanremo

FisiOnLine, 10 Dicembre 2007


La filogenesi podalica ha inizio con il piede prensile della scimmia fino al nostro piede antigravitario, dove si è avuta la completa migrazione del calcagno sotto l’astragalo, il generatore primo del bipodalismo peculiare della nostra specie.
Il bipodalismo è la massima espressione di complessità posturale, in quanto consente la gestione di un baricentro corporeo molto lontano da una base di appoggio estremamente piccola.
Il piede, zona di contatto col suolo, appare spesso più come organo di equilibrio che come semplice organo di sostegno.
Gli organismi viventi sono costantemente sottoposti alla forza di gravità ed alla forza centrifuga, che nell’emisfero nord và in senso antiorario, e nell’emisfero sud in senso orario, e l’intero sistema motorio è organizzato per contrastare gli effetti di tale forza, sia quando siamo immobili sia quando svolgono una qualsiasi attività. Nella posizione eretta la forza di gravità è fondamentale per la regolazione del controllo posturale, in sua assenza abbiamo un inversione del tono dei muscoli.
In termini fisiologici la postura và intesa come meccanismo che, secondo criteri quale la minimizzazione del consumo energetico e la massimilizzazione della velocità della forza e della precisione di un movimento contribuiscono alla realizzazione di azioni biologicamente efficaci.
La postura è anche strettamente legata alla vita emotiva fino ad essere l’espressione stessa per il mondo esterno, non solo attraverso la mimica facciale e gestuale, ma anche attraverso l’espressione corporea nel suo insieme.
La postura è dunque quell’atteggiamento del corpo degli esseri viventi che serve all’adattamento ambientale.
L’equilibrio è il rapporto utilizzato tra il soggetto e l’ambiente, ossia quella condizione in cui il soggetto assume posture ideali rispetto alla contingente situazione ambientale mutabile e secondo i programmi neuromotori acquisiti.


Il piede contiene dei recettori, suscettibili che informano con precisione il sistema nervoso centrale.

  • Recettori periferici ( sensoriali propriocettivi e esterocettivi ) che sono dei trasduttori
  • Nervi che trasportano al centro di questi segnali periferici elettromagnetici
  • Complessi neuronali centrali che elaborano e programmano delle risposte appropriate
  • Nervi deputati a trasportare i segnali verso la periferia
  • Muscoli, tendini, articolazioni che si adattano hai programmi ed hai segnali
Questi ultimi fanno del piede una vera piattaforma dinamometrica e le informazioni che essi mandano sono essenziali per l’orientamento generale del corpo, perché le afferente visive e vestibolari sono significative in se stesse in questa funzione, solo se il sistema nervoso dispone di un informazione sulla posizione della testa in rapporto al tronco e del tronco in rapporto hai piedi.
La ricchezza dei riflessi ottenuti con una stimolazione del piede e un eccellente indice dell’abbondanza dei recettori sensoriali convenuti da questo organo.

Questo sistema fa capo a due genere di recettori:
  • Esocaptori:
    che informano l’individuo sulle sue vicinanze esterne
  • Endocaptori:
    che ragguagliano la persona sulla posizione relativa dei diversi componenti ossei nei loro rapporti reciproci
In altre parole invece di costringere il piede ad una determinata posizione biomeccanica, lo si invita per via riflessa a normalizzare quasi da solo i suoi difetti.
Ciò si ottiene posturando attivamente il piede in modo da sfruttare i messaggi ascendenti, affinché vengono elaborate nuove risposte cerebellari che spingono alla ricerca di un migliore equilibrio posturale generale, che dovrà poi, per essere definito, automatizzarsi.
La sensibilità plantare e l’equilibrio si modificano durante la vita del soggetto e si possono distinguere pertanto tre fasi:
  1. lo sviluppo di queste due funzioni durante l’infanzia e l’adolescenza
  2. la loro stabilizzazione in età adulta
  3. il declino durante l’invecchiamento




Ultimo aggiornamento Lunedì 01 Marzo 2010 12:41
 

Possono inserire commenti solo gli utenti registrati

Valid XHTML 1.0 Transitional CSS ist valide!

free sex teen videos free teen adult movies free teen porn videos free teen gay videos free teen gay movies free teen sex videos free teen adult movies free teen sex movies free teen porn videos free teen porn movies free teen porn stars videos shemale tranny teen porm free piss teen porn videos buy viagra online buy viagra online buy viagra online 911scams.com